Rassegna stampa 3 gennaio 2018

Rassegna stampa: "ilLametino"
Domani le celebrazioni per i 50 anni della città, ecco i lametini premiati
 
 Mercoledì, 03 Gennaio 2018 15:53 
teatro-Grandinetti-2015-ok
Lamezia Terme - E’ in programma per domani sera alle 20.45 al Teatro Grandinetti la consegna degli attestati di benemerenza ai lametini illustri che si sono distinti in diversi ambiti, in campo nazionale e internazionale. La serata concluderà la prima giornata di celebrazioni dedicate al cinquantesimo anniversario dell’istituzione della città di Lamezia Terme.
Durante la manifestazione, che sarà introdotta dall’avvocato Basilio Perugini, presidente del comitato “Lamezia 4 gennaio 2018”, saranno premiati il dottor Gabriele Cerminara distintosi in campo societario, finanziario ed immobiliare quale dirigente ai massimi livelli di numerose istituzioni italiane ed estere; il dottor Raffaele Barberio, sociologo, giornalista ed editore, autore di prestigiose pubblicazioni; il dottor Eugenio Mercuri, medico specializzato nel campo della neuropsichiatria infantile, docente universitario ed autore di numerose pubblicazioni; l’avvocato Vincenzo De Sensi, docente universitario ed autore di diverse pubblicazioni nel campo del diritto; l’artista Marco Barberio affermatosi in Italia e all’estero per le sue opere pittoriche; il M° Ferruccio Messinese, insigne musicista e direttore d’orchestra che ha ottenuto riconoscimenti nazionali e internazionali; l’Orchestra Sinfonica Giovanile della Calabria per aver dato lustro alla terra di Calabria nel campo musicale con impegno e dedizione, alta professionalità riconosciuta e pluripremiata.
Nel pomeriggio di domani, a partire dalle 15:30, la prima parte del momento celebrativo vedrà la premiazione delle scuole cittadine che hanno partecipato al concorso “Cinquantenario di Lamezia Terme”. A tal proposito, interverranno dirigenti, docenti e alunni coinvolti nell’iniziativa concorsuale. Le scuole premiate per i diversi elaborati prodotti sono: l’Istituto comprensivo di Sant’Eufemia, l’Istituto comprensivo “Ardito – Don Bosco”, l’Istituto comprensivo “Nicotera – Costabile”, l''Istituto comprensivo Perri - Pitagora, l''Istituto Tecnico Tecnologico, Liceo scientifico Galileo Galilei.
Particolare menzione andrà all’alunno Vincenzo Toteda dell’istituto “Ardito – Don Bosco” per la sua “Lettera a Basilio Perugini”, scritta con “umanità, sincerità e purezza”. Altra particolare menzione è prevista per lo studente del Liceo scientifico “Galileo Galilei” Luca Grandinetti che nel suo dipinto raffigurante Lamezia Terme “ha rappresentato la storia del passato unita alla visione del futuro”.
Il quadro realizzato dal giovane studente sarà esposto al Teatro Grandinetti insieme ad un altro dipinto raffigurante il Senatore Arturo Perugini, realizzato dalla docente e giornalista Dora Anna Rocca. Come già preannunciato nei giorni scorsi, sarà l’Inno a Lamezia eseguito dall’Accademia Bruzia ad aprire il primo momento celebrativo del pomeriggio in cui sarà anche presentato il dipinto dedicato al dottor Franco Zofrea, scomparso nel 2016.
L’opera sarà donata dal notaio Francesco Notaro all’ospedale “Giovanni Paolo II” dove il dottor Zofrea ha esercitato la sua professione per tanti anni. Il particolare ricordo sarà curato dal dottor Sebastiano Sofi che annuncerà anche il concorso “Il lametino dell’anno”, riconoscimento che sarà assegnato ogni anno, a partire dal 4 gennaio 2019.
L’eccidio dei coniugi Salvatore Aversa e Lucia Precenzano sarà ricordato alle 18 con una solenne celebrazione eucaristica in cattedrale, officiata dal vescovo diocesano Mons. Luigi Cantafora. La manifestazione serale vedrà sul palco del Grandinetti i due giovani lametini Claudio Petronetti ed Angela Sara De Sensi che esprimeranno le loro considerazioni sui primi cinquant’anni di vita di Lamezia. Seguirà il concerto dell'Orchestra Giovanile della Calabria che, con la direzione del M° Ferruccio Messinese, darà vita al suo vasto repertorio.
La serata al Grandinetti sarà animata da tre modelle che impersoneranno tre figure femminili che appartengono alla mitologia del nostro territorio. Rachel Gutierrez, Miriam Strangis, e Maria Teresa Di Benedetto rievocheranno il mito di Calipso, di Donna Kanfora e di Ligeia. La performance è a cura di Fascino Bizantino e del centro culturale Samarcanda dell’artista Manuelita Iacopetta che ha realizzato i costumi e i gioielli che saranno indossati dalle modelle.
I giovani volontari di Arci Servizio Civile, impegnati nelle varie strutture comunali, cureranno l’accoglienza degli ospiti nei due momenti celebrativi (pomeridiano e serale) al Teatro Grandinetti. La banda musicale “Tommaso Colloca” suonerà nei tre centri di Sant’Eufemia, Sambiase e Nicastro, durante la mattinata di domani. Nei pressi del teatro ci sarà una postazione di Poste Italiane per l’annullo filatelico che celebra i cinquant’anni della Città. 
ork-01032018-154835
© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti. Per approfondimenti visualizza la nostra cookie policy

Nascondi questo messaggio
Cookie Policy